martedì, luglio 18, 2006

Gotompo 2006

Quest'ultimo fine settimana si é tenuto il Gotompo, piú di cinquanta persone tra adulti e ragazzi uniti per 24 ore affrontando le prove di questo peculiare allenamento. Il Gotompo é una pratica normale del Ninjutsu, da alcuni è visto come "l'esercizio" per eccellenza, il momento in cui si concentrano tutte le insegnanze dell'anno, gli allenamenti specifici fatti in palestra.

In parte é vero ma il significato piú profondo del gotompo parte da quello che è veramente il ninjutsu, non un arte marziale agonistica ma di conoscimenti del prioprio essere. L'arte marziale quindi diventa il mezzo per confrontarsi per affrontare il proprio io piú nascosto e piú buio.

Il Gotompo è l'apice di questo confronto, ogni esercizio è associato ad uno dei cinque elementi (terra, acqua, fuoco, aria, vuoto) e per ognuno di essi una parte del proprio io viene messo alla prova contro quel lato oscuro che ti bisbiglia ogni secondo di mollare tutto ed andare. Non solo il proprio fisico ma bensi la propria mente viene svuotata fino a raggiungere gli stadi primordiali ed alle volte piú "veri" del proprio io. Una lotta contro se stessi che premia solo la forza di volontá.

Alle volte mi domando se questi allenamenti, queste prove, questo sentiero che sto percorrendo effettivamente serva al proprio "Se" specialmente in quest'anno cosí incostante e cosi privo di significato dove tutto è cambiato e tutto sembra essere capovolto e senza senso. Io che sempre ho elogiato le arti marziali per questo aspetto, io che sempre mi sono sentito privilegiato per questo mio sentire verso la ricerca di me stesso ora mi domando se effettivamente tutto questo non sia solo illusione e apparenza.

Poi mi faccio coraggio ed è proprio nei momenti piú bui che la voglia di praticare s'intensifica perché in fondo quello che è importante non è la soluzione di un qualcosa che forse non ha spiegazione ma è la ricerca stessa a dare un senso e a dare la forza per andare avanti.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

carissimo chen,
concordo con quanto scrivi; il senso del viaggio non sta nella meta ma nel viaggio stesso; certo che farsene una ragione non è proprio semplice!
cmq pippo mi invita a cambiare pc: credo che il problema stia nel processore; oggi vado a farmi fare un prevent. ti aggiorno sulla situaz.
per il resto tutto regolare; laura ti saluta.
bella la foto del gotompo (fighe poche però eh!)...
saluto
marco d.

sabbirre ha detto...

centra nulla col Gotompo, ma da quando il tuo segno è Aries?????? tu es sagittarius, non imbroglià!
kisses
ale c